venerdì 9 novembre 2012













Paura di vivere

La vita è una sorta di vertigine lucida e pura
Ricca d'incubi ricorrenti e tetri labirinti di paura
Il povero poeta scrive versi così il cor non si spaura
Come a vincer la sua ed anche l'altrui paura
Costruisce una corazza invisibile come un'aura...

Vaga la mente onirica tra invalicabili ed interminabili mura
Ben sapendo che il tempo, centellinando, naturalmente smura
Aumentano così, senza rimedio, l'affanno e il tedio a dismisura
Molto meglio, allora, placare ogni nostra inutile premura
Per vivere ogni istante sopra le righe e, perfino, oltremisura.



Roberto 09.11.12

Fonte immagine

Nessun commento: