martedì 16 settembre 2008






La vita irregolare




Un tratto di cielo pastello

colora l'orizzonte di fuoco


Il tempo ha rotto

il cristallo diafano della clessidra

e sparge sabbia attorno


La vita irregolare

ha pianto lacrime infinite-inutili


E così

l'arcobaleno indugia

soltanto nei sogni...




Roberto

2 commenti:

mastrograsparo ha detto...

Interessante, ma da capire la tua poesia. Saluti Valerio www.miepoesie.it

Roberto ha detto...

Tutte le poesie sono da interpretare
ed in modo soggettivo. Se per me hanno un significato, per altri possono averne uno diametralmente opposto. In questo caso ho voluto dire che la vita ci regala più bassi che alti e che i sogni, tante volte, restano nel cassetto...

Ciao e grazie per il commento