venerdì 7 marzo 2008










Il respiro del mare

Sono sceso sulla riva del mare
sotto la scogliera nevicata d'argento 

Brillava ad oriente un alba remota
tiepido barlume d'un molo fantasma
foriero di tanti naufragi 
 
Dalla spiaggia deserta
s'udiva il coro intonato di mille sirene
che stavano quiete tra la spuma dorata

C'era vento
e il respiro del mare
saliva
alla luna e alle stelle soltanto.

Roberto

2 commenti:

maria leone ha detto...

un sogno davanti al mare..molto bella

Roberto ha detto...

Grazie!