mercoledì 5 marzo 2008












Pastore di nubi

Perdonate se rifuggo
assolati lidi e quiete forme
prediligendo ottenebrati colli
paludi e nebbie...

Io qui lenisco il mio dolore...

E presso il rio morto
sotto la quercia secca
volgo lo sguardo al cielo
alle pecorelle che al crepuscolo
seguono il loro amato pastore.


Roberto

2 commenti:

maria leone ha detto...

Io qui lenisco il mio dolore...anch'io Roberto conto le pecorelle come te..tvb

Roberto ha detto...

Grazie, anch'io...